Reggio Calabria
 

Coronavirus, Caronte&Tourist: "Più corse sullo Stretto? Non decidiamo noi"

Caronte"Pur condividendo toni e contenuti della nota che il segretario generale della Uil e i suoi colleghi della Fpl e dell'area medica hanno sottoscritto ieri per richiedere l'incremento del numero delle corse di navi sullo Stretto, non possiamo non fare ancora una volta rilevare che dall'inizio dell'emergenza Covid-19 a dettare quantita', cadenze e modalita' del traghettamento sullo Stretto sono le autorita' a cio' preposte: il governo nazionale, il presidente della Regione Siciliana, il sindaco di Messina".

Lo dice in una nota Caronte & Tourist. "Le difficolta' dei tanti pendolari e le esigenze dei tanti operatori della sanita' che quotidianamente dalla Calabria raggiungono i nosocomi messinesi utilizzando le nostre navi - conclude il comunicato di C&T - ci sono ben note".