Reggio Calabria
 

Reggio: gli “Amici del Museo” incontrano il Direttore Malacrino

Incontro molto positivo quello intercorso fra il Consiglio Direttivo dell'Associazione "Amici del Museo" e il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, dott. Carmelo Malacrino.
Il presidente dell'Associazione, prof. Francesco, Arillotta, ha introdotto, esponendo il vasto programma di conferenze che l'Associazione si propone di realizzare durante l'anno 2020. Programma che vuole suscitare ulteriore conoscenza, nella Cittadinanza reggina, sulle più importanti testimonianze archeologiche accolte nelle sale del palazzo piacentiniano: a cominciare dalla illuminante "lapide degli imperatori", fino al suggestivo graffito di Papasìdero, passando per la famosa "tegola" di Pellaro e per la trabeazione della tomba dell'egizio Quinto Fabio.
Il Direttore Malacrino, dal canto suo, ha evidenziato l'importanza di rapporti stretti fra l'istituzione museale e l'Associazione, soprattutto, appunto, nel campo della promozione del prezioso patrimonio archeologico-storico-artistico, definito "una autentica, immensa ricchezza della Calabria", di cui il nostro Museo Nazionale reca giustamente vanto.

Negli interventi che sono seguiti, gli altri Consiglieri – C onti, Liberale, Barbaro, Mascianà, Schepisi, Papalia, Cristiano, Aloi, Rechichi, Laganà – hanno sottolineato l'opportunità di una particolare e ben predisposta attività informativa, specialmente portata avanti nelle scuole.
L'impegno generale è stato di operare coordinatamente, affinché il Museo Archeologico Nazionale reggino sia sempre più parte integrante, determinante, del progresso culturale della Città.