Regionali, Santelli: “Voglio una Calabria rock, governeremo a mani libere”

Santelli Jole 24 gennaio"Jole Santelli è stata bravissima nel mettere insieme tutti, io non ce l'avrei fatta. Lei non è divisiva. Evidentemente c'entra davvero il fato. Bravissima Jole Santelli'. Lo ha detto, prendendo la parola a Cosenza accanto a Santelli, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto.

"Voglio una Calabria rock". Sono queste le parole con le quali Jole Santelli, con appena un filo di voce, ha concluso il suo intervento a Cosenza nel giorno di chiusura della campagna elettorale. 'Ho perso la voce completamente, ma sono contenta perché l'ho persa andando nei terrori e girando fra la gente', ha continuato la candidata del centrodestra, che poi ha proseguito: "Amo tutta la Calabria, ma Cosenza è la mia città, quindi sindaco Mario Occhiuto, finalmente Cosenza avrà un presidente amico'. Subito dopo Santelli ha affermato: 'Io nel futuro della Calabria ci credo, c'ho messo la faccia, ma la Calabria merita l'impegno di tutti. Ieri, con un orgoglio enorme, ho visto gli occhi e la faccia di Berlusconi, che guardava la bellezza della Calabria'. La Regione 'sarà una istituzione trasparente al servizio dei calabresi - ha aggiunto Santelli -, al servizio delle imprese, degli enti locali, non un ente matrigna com'è stata, contro tutti. Ora noi andremo a governare la Calabria a mani libere".

"Jole Santelli è stata capacissima nel descrivere una Calabria positiva, e i calabresi la sceglieranno come presidente anche perché il centrodestra è unito, lo è sempre stato nonostante qualche momento di turbolenza. Io sono qui con entusiasmo per partecipare alla grande vittoria di Jole Santelli'. Lo ha detto a Cosenza Roberto Occhiuto, prendendo la parola accanto a Santelli.