Cosenza
 

Rete solidale a Rende. Artese: "Grazie alla generosità della comunità e al lavoro dei volontari raggiunte tantissime famiglie in difficoltà"

"La rete solidale costruita in questi giorni ci restituisce l'essenza della generosità della nostra comunità": l'assessore alle politiche sociali di Rende, Annamaria Artese, traccia un primo bilancio delle attività a sostegno dei cittadini nell'ambito dell'emergenza sanitaria in atto.

I dati sono più che incoraggianti: "Sin dall'inizio della pandemia e della successiva attivazione delle norme di distanziamento sociale, ci è apparso chiaro che l'emergenza oltre sanitaria, sarebbe stata economica e sociale", ha affermato l'assessore.

"Per questo ci siamo attivati affinché si potessero raggiungere più famiglie possibili. Le cifre parlano chiaro: si è allargata in maniera esponenziale la platea di persone in difficoltà" ha proseguito l'Artese.

La sinergia tra istituzioni e mondo dell'associazionismo e del volontariato si è esplicata nel protocollo d'intesa che il comune dell'oltre Campagnano ha sottoscritto con la locale Croce Rossa e La terra di Piero: "In questa rete della solidarietà –spiega Annamaria Artese- siamo solo un ingranaggio: provvediamo al ritiro della merce che poi distribuiamo ai volontari. Questi ragazzi ci dimostrano, quotidianamente e con grande sacrificio, che un nuovo umanesimo non solo è possibile, ma necessario".

Ad oggi sono più di trecento le famiglie che ricevono a casa generi di prima necessità: "Numeri che mai ci saremmo aspettati di raggiungere: segno tangibile che stiamo ben lavorando", dice l'assessore che sottolinea come: "in tanti, poi, ogni giorno, hanno assicurato un pasto caldo e, col sostegno di imprenditori locali, associazioni, cittadini, riusciremo a garantire, oltre al pranzo domenicale, anche le uova di Pasqua ai bambini grazie all'iniziativa dell'uovo sospeso promossa con l'associazione Home e La terra di Piero garantend0 alle famiglie di trascorrere così questa festività in maniera più serena".

L'Artese aggiunge anche che: "Grazie ad una generosa donazione, riusciremo a donare alimenti privi di glutine a chi ha nel proprio nucleo familiare persone celiache".

Infine, l'attivazione del servizio gratuito di supporto psicologico in collaborazione con il Centro Trauma Ippocampo: "Mai come in questo periodo, riteniamo sia fondamentale curare il proprio benessere psicofisico. La mancanza di riferimenti, il continuo bombardamento di notizie e la diffusione massiccia di fake news, la lontananza dagli affetti, oltre al dover gestire situazioni difficili o di estrema solitudine in casa, sono ormai condizioni con le quali tutti ci confrontiamo. Per questo è utile avere la possibilità di potersi rivolgere a chi, in maniera qualificata e competente, può aiutarci e, soprattutto, ascoltarci", ha dichiarato il sindaco Marcello Manna che ha poi chiosato: "Il bene arriva sempre basta saper seminare e, di sicuro, a Rende non conosce confini".