Cosenza
 

Crosia (Cs), Nicolò Milieni: 9 anni e una gran passione per i cavalli

Ha soltanto nove anni, studia, gioca, è socievole, aperto al dialogo ed ha una grande passione: l'equitazione. Ha già ottenuto ottimi risultati in vari concorsi. Si tratta di Nicolò Milieni, di Mirto Crosia, un bambino come tanti, voglioso di crescere e capace di apprezzare le bellezze della natura, che rispetta e protegge. In particolare è galvanizzato dai cavalli, con cui ha un contatto quotidiano. Il piccolo Nicolò, infatti, da due anni, frequenta sistematicamente un maneggio situato nell'area urbana di Rossano. Qui usa tanti cavalli, ma in particolare ha un approccio costante e si prende cura di uno di essi, Cleodora, una sella italiana di 12 anni. Il papà Giacomo e la mamma Adelina Pugliese parlano del piccolo Nicolò, che frequenta la terza primaria nel plesso "Via del Sole" dell'Istituto comprensivo di Mirto, come <<un bambino semplice, espansivo, ma allo stesso tempo timido. Sa quello che vuole e non accetta un no come risposta: vuole comprendere il perché di un'eventuale negazione>>. Un bambino pragmatico che sa ciò che vuole. Sin da piccolo ha manifestato un amore grande verso tutti i tipi di animali ma in particolare per i cavalli. Quando salì la prima volta in sella aveva soltanto quattro anni. Poi, all'età di sette anni, passando da Rossano, a Santa Caterina, vide per la prima volta un maneggio. <<Andammo a chiedere informazioni e da lì – ha commentato la mamma - non siamo più usciti. Dopo la prima lezione Nicolò era pieno di entusiasmo e voglia di continuare questo fantastico e ambizioso percorso. Il suo unico pensiero divenne: Vado oggi al maneggio? >>. In poco tempo <<un semplice sport si è trasformato in una vera e propria passione incoraggiata e alimentata – ha aggiunto mamma Adelina - da noi genitori e dal suo istruttore, Antonio Bevacqua>>.

Il piccolo cavaliere <<dà sempre il massimo a ogni suo allenamento e gara e non si arrende davanti alle difficoltà>>. Alla sua prima caduta, <<noi genitori eravamo pronti a fare un passo indietro, ma Nicolò non ha voluto sentire ragioni. Gli abbiamo chiesto di smettere, a causa dei possibili pericoli, ma egli ha messo in luce che tutto è pericoloso. Con il cavallo è diverso: è un animale imprevedibile da cui imparare a dare e ad avere fiducia>>. Man mano, lezione dopo lezione, Nicolò ha iniziato ad acquisire sempre maggiore padronanza con l'elegante animale. Ha cominciato a partecipare a diversi concorsi, ottenendo risultati eccellenti. Fra questi si segnala l'ottimo 5º posto a Bisignano nella categoria L70 alle regionali Calabria, tanti i primati effettuati a Scalea e Camigliatello Silano, oltre ai numerosi podi che si sono susseguiti nei concorsi non ufficiali. Una passione che il prodigioso bambino di Mirto Crosia continua a coltivare, raggiungendo obiettivi sempre più elevati. D'estate i bambini e ragazzi preferiscono andare al mare, Nicolò, invece predilige il maneggio. Per l'istruttore Bevacqua, si tratta di un bambino che <<migliora di giorno in giorno. Si distingue, oltre che per le sue qualità, anche per la costanza nella frequenza agli allenamenti e per il suo l'entusiasmo. A breve – ha concluso Antonio Bevacqua – per Nicolò partirà il nuovo anno di concorsi e sono sicuro che continuerà a primeggiare>>.