Cosenza
 

Civita (Cs), affidate due borse lavoro per l’assistenza ad anziani e a minori in difficoltà. Partiti due progetti di Servizio Civile

Nei giorni scorsi l'amministrazione comunale di Civita, a seguito dell'avviso pubblico a suo tempo approvato per la selezione dei beneficiari che possedevano i requisiti richiesti dai progetti sociali elaborati dal consorzio dei servizi sociali Pollino (Co.S.S.Po), di cui il comune di Civita fa parte, e a seguito dell'approvazione della relativa graduatoria, ha provveduto ad assegnare due borse lavoro a favore di altrettante Oss per assistenza ad anziani e a minori in difficoltà. "Quando si lavora con l'obiettivo di perseguire il bene comune i risultati non tardano ad arrivare", hanno sostenuto, in una dichiarazione congiunta, il sindaco, Alessandro Tocci, i componenti della giunta Vincenzo Mastrota (Vice sindaco) e Vincenzo Oliveto e il presidente del consiglio, Antoluca De Salvo. "Continua senza sosta – hanno continuato gli amministratori civitesi - la nostra azione amministrativa tesa a intercettare qualsiasi possibilità per offrire occasioni di lavoro, soprattutto ai giovani, e per alleviare i disagi alle persone più deboli come anziani e minori in difficoltà. Nei prossimi giorni – hanno annunciato, alla fine, i quattro amministratori - dovrebbero essere affidate altre borse di lavoro per altri progetti elaborati dal Co.S.S.Pol sempre tendenti ad alleviare il disagio sociale e a dare una boccata d'ossigeno a chi ha bisogno di lavorare".

Nei giorni scorsi sono partiti anche i due progetti di Servizio Civili promossi dall'amministrazione comunale che vedono coinvolti dieci giovani, dai 18 ai 28 anni. Il primo progetto, "Stai Allerta", riguarda la promozione del rispetto del territorio e vede impegnati sei giovani. Il secondo progetto, "Marinella amica in Rete", riguarda il potenziamento dei processi di sostegno, supporto e inclusione sociale di persone e interi nuclei familiari disagiati e vede coinvolti quattro giovani. Ne hanno dato notizia, con una nota, il sindaco Alessandro Tocci, gli assessori Vincenzo Mastrota e Vincenzo Oliveto, il presidente del consiglio, Antoluca De Salvo, e il capogruppo di maggioranza, Andrea Ponzo. "Con l'attivazione del progetto - hanno spiegato gli amministratori civitesi -– si vuole dare un impulso e un contributo alla promozione della cultura del rispetto del territorio come strumento per ridurre il valore di rischio, ossia tutelare i beni, gli insediamenti e l'ambiente dai danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi. Per quanto attiene, invece, l'attivazione del progetto "Marinella amica in Rete", che ha avuto come promotore il capogruppo di maggioranza, l'avvocato Andrea Ponzo, e che vede il coinvolgimento di quattro giovani, l'obiettivo che si vuole raggiungere - hanno sottolineato gli amministratori della cittadina italo – albanese – è quello di potenziare i processi di sostegno, supporto e inclusione sociale di persone e interi nuclei familiari disagiati e di superare e attenuare i pregiudizi culturali".