Cosenza
 

Frascineto: 16 milioni euro per nuovi impianti dei depurazione

Si concretizza l'obiettivo di dotare le proprie comunità di nuovi impianti di depurazione. I Comuni di Frascineto, Civita, San Basile e Castrovillari, hanno espresso il parere favorevole al Commissario Unico Straordinario per il progetto esecutivo e per l'indizione della gara di appalto per la realizzazione ed ammodernamento di nuovi impianti di depurazione. Il costo complessivo è di 16 milioni di euro.

La sottoscrizione è avvenuta a Roma presso l'Ufficio del Commissario, alla quale hanno preso parte, Angelo Catapano, Sindaco di Frascineto e il Vice Sindaco, Angelo Prioli, Alessandro Tocci e Vincenzo Tamburi, rispettivamente primi citttadini di Civita e San Basile.

I rappresentanti istituzionali, erano accompagnati dai tecnici comunali Vittorio Blois, Giuseppe Palazze e Pasquale Risoli per il comune di Castrovillari.

Si tratta, di un fondamentale obiettivo, quello, cioè di realizzare un'opera che assume una rilevante valenza sia dal punto di vista dell'impegno finanziario che sotto il profilo della salvaguardia ambientale dei territori comunali interessati.

Un'opera indispensabile nell'ambito del sistema della depurazione. Questo intervento consentirà di decongestionare le reti esistenti e di ridurre il rischio di sversamenti di liquami al fine di evitare grave nocumento all'ambiente e alla salute pubblica.

Grossa soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Frascineto, Angelo Catapano che ha dichiarato: "si tratta di un importante risultato. Un passo storico per le nostre comunità che si doteranno di impianti innovativi e tecnologici, che permetteranno la depurazione delle acque reflue con tutti i benefici che questo comporta sotto il profilo della salvaguardia ambientale ed al rispetto del territorio inserito nel contesto del Parco del Nazionale del Pollino.

La sinergia con gli altri comuni da i suoi risultati, che oggi si concretizza con questo importante intervento, che doterà per quello che ci riguarda, di un'infrastruttura moderna e strategica che aderirà in pieno alle direttive previste dai parametri dell'Unione Europea in materia di depurazione e senza dubbio un intervento di grande civiltà.

Ora il progetto ha preso forma e per questo, è doveroso rivolgere un ringraziamento particolare va ai colleghi sindaci, ai tecnici del settore, all'Ufficio del Commissario e alla Regione Calabria che hanno lavorato con serietà e professionalità per il raggiungimento di un risultato che costituiva uno dei punti centrali del nostro programma amministrativo.

Un intervento ingente per le risorse mobilitate, ma soprattutto per la salvaguardia dell'ambiente e della salute dei cittadini in quanto il progetto prevede anche il completamento delle reti fognanti e la realizzazione dei nuovi collettori all'impianto di depurazione.