Calcio
 

Reggio: successo per la prima edizione del premio in memoria di Tarcisio Catanese

Il suo gol ha fatto esultare decine di migliaia di reggini che colorarono di amaranto il "Curi" di Perugia. Lo stadio in cui la Reggina battendo per 2 – 1 la Virescit approda in serie B. 12 giugno 1988,due gol che rimangono nella storia della memoria collettiva di una città divisa tra la folla che assiste alla Messa di Papa Giovanni Paolo II, Papa Wojtyla per tutti, e le tribune dello stadio perugino. Pezzi di storia con protagonista Tarcisio Catanese, calciatore amaranto che gonfio' la rete per la realizzazione del sogno promozione nello spareggio, insieme a Peppe Bagnato. Due anni fa improvvisamente il calciatore ci ha lasciato, ma è sempre presente la sua signorilità ed il suo attaccamento ai colori amaranto. Santino Mandalari, sportivo e tifoso appassionato, in rappresentanza di "Centro Casa" ha voluto omaggiare la sua memoria creando il "Premio Tarcisio Catanese" che ogni anno premierà persone che si distinguono nella loro azione nell'ambito sportivo e sociale. "Siamo qui insieme per ricordare un calciatore dal calibro di Tarcisio Catanese, che a Reggio ha lasciato tanti amici e tanti ricordi indelebili, come la marcatura contro la Virescit nello spareggio vinto a Perugia ,ma anche gol importanti come nel derby contro il Messina." Con queste parole Santino Mandalari ricorda l'ex calciatore amaranto. Dal passato al presente il passo è breve ed all'interno del "Centro Casa" in via Bixio consegna il premio "Tarcisio Catanese "al presidente della Reggina 1914 Luca Gallo, la targa viene ritirata dal ds Massimo Taibi, che riceve personalmente anche una targa premio per la sua attività di direttore sportivo ,viene premiato anche Giuseppe Praticò, addetto stampa Reggina 1914. Importante riconoscimento anche per i familiari di Tarcisio Catanese, indisponibili per ritirare la coppa e la targa dedicati al familiare scomparso, consegnati a Peppe Bagnato ex calciatore amaranto. Lo sport è ancora protagonista con la premiazione di Pino Marra, per la Uisp.

Premiata Antenna Febea ,che da diversi anni è detentrice dei diritti radiofonici per trasmettere le partite della Reggina e da quest'anno è "Radio Ufficiale della Reggina 1914". Le partite della Reggina, con la cronaca di Rocco Musolino e le trasmissioni informative "Talk Sport" di Gianni Baccellieri e il dopo partita condotto da Dario Baccellieri permettono ai tanti tifosi amaranto in tutto il mondo di seguire la propria squadra anche via web, con record di ascolti .Importante anche il live radio dal "Corner shop Reggina 1914" ,condotto da Tonino Massara con protagonisti i calciatori presenti allo store in occasione dell'incontro con i fans.Per questa attività di diffusione del calcio nei suoi diversi aspetti,sociale,tecnico ,tattico ,sempre in contatto diretto con la gente ,è stato premiato Giuseppe Marra editore e proprietario di Antenna Febea e Carmelo Legato direttore e radio manager.Premiate anche le istituzioni politiche ,nella massima carica del sindaco Giuseppe Falcomatà, assente per impegni Istituzionali, con il premio ritirato da Mario Cardia componente staff . La prima edizione segna il successo nell'unione tra sport,comunicazione ed enogastronomia,con il lunch composto da panini con mortadella,crispelle,Vino di Palizzi ,aperitivo della casa ,preparati personalmente da Santino Mandalari. La semplicità delle piccole cose,la prima edizione del "Premio Tarcisio Catanese" è archiviata con l'appello di Mandalari "Chiediamo all'amministrazione comunale di intitolare a Tarcisio Catanese una via o una piazza vicino allo stadio, sappiamo che in questa direzione l'Amministrazione si sta già muovendo nella giusta direzione, ci sono i regolamenti della Toponomastica da rispettare che impongono dieci anni dal decesso per intitolare vie".