Vigili del fuoco, Usb: "Siamo pronti a riprendere la lotta"

"In queste ultimissime ore i Vigili del Fuoco dell'Unione Sindacale di Base della Calabria hanno appreso che l'emendamento A.C. 2325 art. 15bis (che concerne il Turn Over ai Vigili del Fuoco precari), a firma appunto del parlamentare pentastellato Riccardo Tucci è stato letteralmente bocciato e nessuno vuole dire alla stessa USB e all'intera categoria chi ha votato a sfavore". Lo si legge in una nota della Usb.

"Ma non è finita qui, gli scatenatori della guerra dei poveri, cioè coloro i quali racchiusi in comitati, legati non solo dai sindacati dei padroni, ma in più sono tutti ex discontinui (precari dei Vigili del Fuoco) stabilizzati che dimenticandosi da dove sono venuti, bandiscono vittoria, discriminando l'intera categoria di lavoratori. Alla politica quella becera la risposta però la diamo subito, così impara a speculare sulla precarietà delle persone. Vogliamo evidenziare e ricordare ancora una volta a questa gente che dietro le spalle di noi combattenti USB VV.F. vi sono anni di durissime lotte che abbiamo conquistato con il sudore della fronte e con la sola forza delle nostre schiene, non facendo i leoni da tastiera e/o discriminando, ma abbiamo rivendicato e lottato quotidianamente in strada. Ad oggi diciamo ancora una volta che non possiamo far calpestare dalla politica del politichese e dai giullari di corte l'intera categoria e soprattutto i nostri caduti, che sentendosi schiavi del precariato e non solo, lasciando una lettera, si sono tolti la vita. Tutto questo da combattenti tanto rinomati per le nostre piazze e la nostra esclusiva conquista (STABILIZZAZIONE DI TUTTI I PRECARI VV.F.) noi non l'accettiamo, appunto da gente senza onore e senza un minimo rispetto per niente e per nessuno, perché questo vuole dire violenza, istigazione nei confronti di ogni singolo lavoratore e soprattutto uccidere per la seconda volta i nostri colleghi che non ci sono più, non lo permetteremo, ora però preannunciamo il ritorno della lotta di strada dei Vigili del Fuoco, partendo proprio dalle stanze di chi non ha votato tutto questo e da quelli che vogliono fare la guerra dei poveri possiamo solo dire "BUENA SUERTE", poiché l'amore grande ha fatto vincere i nostri cuori ed ancora una volta vinceremo, perché tutto quello che per voi sarà discriminazione per noi sarà solo lotta di conquista per i diritti di tutti e non solo per i pochi e/o amici degli amici alla ricerca di tessere.
Detto ciò senza troppi giri di parole, l'Unione Sindacale di base dei Vigili del Fuoco assieme a tutti i lavoratori annunciano di nuovo le scese in piazza, ripartendo con presidi e non solo, poiché tutto quello che per voi è vessazione ed oppressione per noi è un richiamo di lotta".