Granato (M5S) annuncia interrogazione contro intitolazione piazza di San Mango d’Aquino a Craxi: “Socialisti calabresi vergognosi, un’offesa all'Italia”

«Sull'intitolazione a Bettino Craxi di una piazza a San Mango d'Aquino, in provincia di Catanzaro, interrogherò subito il ministro dell'Interno, per sapere se il prefetto l'abbia autorizzata e nel caso come ciò si sia potuto verificare, visto che il politico fu condannato in via definitiva a 5 anni e sei mesi per corruzione nel processo Eni-Sai e a 4 anni e 6 mesi per la vicenda delle tangenti della Metropolitana Milanese». Lo afferma, in una nota, la senatrice M5S Bianca Laura Granato,segretaria della commissione Istruzione pubblica e Beni culturali, che incalza: «Questa operazione di dubbio gusto è un'offesa agli italiani onesti e costituisce un invito all'emulazione di pratiche politiche abiette, che dovrebbero invece essere ricordate soltanto per passare alla pubblica gogna. È un insulto a quei magistrati che per anni hanno perseguito le malversazioni di cui Craxi si è macchiato che hanno gettato una luce sinistra sulle istituzioni, contribuendo ad allontanare i cittadini onesti dalla politica». «Non abbiamo intenzione di far iniziare in sordina una stagione – conclude Granato – di revisionismo, di omissioni di fatti e misfatti della prima Repubblica, conferendo onori indebiti al simbolo più illustre di una stagione istituzionale caratterizzata dalla corruzione e da un legame distorto tra interessi privati e politica. Una carriera disonorevole quella di Craxi, conclusasi con un esilio volontario di lusso in Tunisia per evitare le conseguenze di una condanna e per non rispondere alla giustizia come tutti gli altri cittadini. Assolutamente diseducativa e deplorevole l'iniziativa intrapresa dall'Amministrazione comunale di San Mango d'Aquino, su cui intraprenderò ogni iniziativa utile rientri nelle mie prerogative di parlamentare».

Creato Mercoledì, 09 Ottobre 2019 17:17