Agorà
 

L’iis “Lucrezia della Valle” celebra la Giornata della Memoria

L'iis "Lucrezia della Valle" quest'anno ha inteso celebrare la Giornata della Memoria con due iniziative.

La prima questa mattina, sabato 25 gennaio, proprio a Ferramonti di Tarsia con un intervento musicale a cura dell'Orchestra e di alcuni solisti dell'Indirizzo Musicale dell'Istituto. Alle 10 gli studenti del della Valle hanno suonato per ricordare la Shoà nel Campo di Lavoro di Ferramonti. La loro musica ha inaugurato la mostra della opere del Maestro Michel Fingestein, donate da Riccardo Ehrman, internato a Ferramonti. Contrada paludosa e malarica del comune di Tarsia, fu sottoposta nella seconda metà degli anni '30 ad opere di bonifica da parte della ditta Eugenio Parrini di Roma, un faccendiere molto vicino al regime fascista. Dovendo il governo fascista costruire dei campi di internamento per questi Ebrei stranieri e per tutti i cittadini di paesi nemici rimasti in Italia, Parrini fece in modo che la scelta della loro collocazione ricadesse nei suoi cantieri di bonifica in modo da utilizzare le strutture già presenti e ottenere il monopolio nello spaccio alimentare. Nacque il campo di Ferramonti di Tarsia destinato ad Ebrei e cittadini stranieri nemici, l'unico esempio di un vero campo di concentramento costruito dal governo fascista a seguito delle leggi razziali e rappresenta storicamente il più grande campo di internamento italiano. A partire dal giugno 1940 vi transitarono circa 3000 internati. Il Campo si estendeva su un'area di 16 ettari ed era composto da 92 baracche di varia dimensione.