Agorà
 

Capire Marx per capire il presente. Il pensiero e gli scritti marxiani a Roccella Ionica in una serie di conferenze internazionali

conferenzamarxdi Mariateresa Ripolo - Un modo per scoprire o riscoprire il pensiero e gli scritti di uno dei filosofi e studiosi più importanti dell'Ottocento. Un'opportunità per ascoltare le analisi critiche sulle opere marxiane di studiosi e professori universitari provenienti da quattro delle università italiane più prestigiose: l'Università Ca' Foscari di Venezia, l'Università degli studi Milano-Bicocca, l'Università di Padova e La Sapienza di Roma. Giorgio Cesarale, Vittorio Morfino, Luca Basso e Stefano Petrucciani sono gli organizzatori di una serie di conferenze su Marx e i suoi scritti che si terranno a Roccella Ionica grazie alla collaborazione dell'associazione Scholé e al patrocinio del comune di Roccella. Il primo incontro che si è tenuto presso l'ex Convento dei Minimi e che ha riscosso grande partecipazione, ha avuto come tema centrale l'analisi di "Forme che precedono la produzione capitalistica".

Si tratta della continuazione di un lavoro scientifico inaugurato l'anno scorso attraverso l'organizzazione di un convegno internazionale su Marx che si è svolto in due fasi, a Padova e a Roma. Un'iniziativa che ha riscosso una partecipazione scientifica tale, anche a livello internazionale, da portare gli organizzatori a decidere di continuare nella stessa direzione, seppur con una forma leggermente diversa: «Si è trattato di una discussione puramente scientifica e finalizzata al commento testuale, ogni relatore presentava il proprio contributo e gli altri relatori rispondevano. In questa sede, invece, quel che vorremmo cominciare a fare è offrire un commento ai testi che faccia da alimento alla discussione successiva», ci ha detto Giorgio Cesarale, professore di scienze politiche all'Università Ca' Foscari di Venezia, il quale ha sottolineato l'importanza di avviare un'analisi del pensiero marxiano considerando il fatto che Marx è stato indubbiamente uno degli studiosi più influenti del suo tempo e le sue opere trovano tuttora un riscontro se si considera la situazione economico-sociale attuale basata sul modello capitalistico. «Si tratta di iniziative scientifiche ma che possono contribuire ad elevare il livello della discussione su Marx. Manca però un apprezzamento sul suo reale contributo scientifico alla comprensione del presente. L'intento è illuminare da questo punto di vista e cercare di spiegare quei richiami al pensiero marxiano che negli ultimi anni sono stati effettuati dalla stampa, dai mezzi di comunicazione, a partire dalla crisi del 2007-2008, richiami che si sono intensificati, ma che hanno ancora un carattere estemporaneo e superficiale che andrebbe approfondito».

Si tratta, dunque, di un tentativo di elevare la discussione riguardo il pensiero e i testi di Marx, ma anche di un modo per dare il via ad un gruppo marxiano nazionale con contributi internazionali. Diversi sono stati gli studiosi stranieri che hanno risposto positivamente all'invito di partecipare alla discussione sul pensiero marxiano. Oltre agli organizzatori hanno preso parte alla discussione a questo primo incontro anche: Roberto Fineschi, Nikos Folinas, Angel Delrez, Emanuela Conversano, Didier Contadini, Pauline Iarossi, Sebastiano Taccola.